24/10/2014quasi sereno

25/10/2014quasi sereno

26/10/2014quasi sereno

24 ottobre 2014

RAPINA IN GIOIELLERIA, VERTICE IN PREFETTURA

I banditi armati di mitra sono stati filmati: caccia in tutto il Veneto

| (8) |

VITTORIO VENETO - Mentre i fotogrammi che raccontano quella manciata di minuti in cui si è svolta la rapina alla gioielleria Aurelio De Nardi sono al vaglio dei carabinieri, oggi, o domani, in prefettura a Treviso si dovrebbe tenere una riunione straordinaria del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza.

Il vertice è stato indetto dal prefetto Adinolfi con lo scopo di rafforzare l'opera di controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine ed evitare che nuovi casi del genere si possano verificare.

Erano da poco passate le 17,30 di sabato, quando una banda armata di mitra ha fatto irruzione nella gioieilleria di via Caprera: i quattro con passamontagna hanno preso tutti i gioielli che si trovavano nella cassaforte, mentre un altro faceva il palo fuori, per poi fuggire a bordo di un'auto parcheggiata lungo via Marconi.

La famiglia De Nardi, Aurelio, la moglie Maria e il figlio Leonardo, oltre al genero Tiziano Gilde sono stati presi in ostaggio insieme a due clienti, fatti stendere a terra e intimati con mitra e pistole puntate a non muoversi. In pochi minuti si è compiuta la razzia: oltre 100mila euro il bottino.

«Invece di tante scorte ai politici, che potenzino il controllo del territorio» afferma Aurelio De Nardi il giorno dopo alla Tribuna.

 

 


Data pubblicazione:
Ultima modifica:

Commenta questo articolo


Spiace dover ribadire il concetto ma la Provincia di Treviso è oggettivamente la provincia meno presidiata d'Italia avendo un rapporto tra operatori di polizia ed abitanti di gran lunaga inferiore a tutte le altre 100 e più province italiane.
Le forze dell'ordine non hanno colpe ed anzi sono chiamate ad un superlavoro, si tratta di indirizzi e/o scelte politiche.
Purtroppo neanche con i Ministri trevigiani al Governo non si è assistito ad un'inversione di rotta, anzi con le nuove assegnazione delle forze dell'ordine siamo risultati ancora una volta penalizzati.
Quindi i vari vertici per l'ordine e la sicurezza piuttosto che i reparti prevenzione crimine da Padova o i reparti carabinieri di rinforzo da Mestre sono solo soluzioni transitorie che tamponano ma non risolvono il problema.
Ergo per qualche giorno ci sarà una presenza massiccia di forze dell'ordine e poi tutto ritornerà come prima ..... fino alla prossima rapina sperando che non ci scappi il morto.

segnala commento inopportuno

Saranno pure poche le forze di polizia, ma finchè vengono utilizzate solo per fare multe agli automobilisti, di sicurezza sul territorio ce ne sarà sempre meno. E' più conveniente riscuotere i soldi da chi non ha le catene a bordo, che fermare dei pericolosi rapinatori...

segnala commento inopportuno

Conta ben poco quante sono le forze dell'ordine che presidiano il territorio, ma come lo presidiano e con che mezzi .
Andare a vedere quanti poliziotti per abitante ci sono negli altri paesi d'europa.
Vale la pena ricordare che in italia agenti di pg con funzioni di ps sono i carabinieri, la polizia, la finanza il corpo forestale molti vigili urbani e forse ho tralasciato qualcuno Non parliamo poi di quelli con sole funzioni di pg perche' qui c'e'
Veramente da sbizzarirsi si va dal vigili del fuoco al guardia caccia dal ispettorato del lavoro allo spisal e avanti cosi vien da fare una battuta mezzi italiani ladri mezzi poliziotti.
La criminalita' si combatte con pene certe e dure fino a quando il criminale e' considerato una vittima piu' che un delinquente fino a quando si aprono le carceri per sovraffollamento fino a quandi si arriva difficilmente a scontare 20 anni di pena per omicidio volontario fino a quando il cittadino onesto mette in atto azioni di autotutela della propria vita e vidne considersto peggio di chi lo ha aggredito , provate in caso di agressione ad eliminare l'aggressore ci sarannotanti ben pensanti che diranno che la difesa non era proporzionata all'offesa che questo non e' il fae west, praticamente dalla presunta ragione al torto certo. Nei paesi civili non dico democratici chi si difende non e' un criminale ma chi aggredisce lo e' , e' chi entra in casa mia il ladro non chi li butta dalle scale e chi ha un coltello alla gola non puo' decidere a priori se l'offesa e' o meno proporzionata alla difesa, non dico che ci si deve difendere i maniera violenta potrebbe esserd pericolosissimo ma deve essere il singolo a decidere e non lo stato, a poco importa se la giustizia funziona dopo che mi sono preso qualche coltellata o sono morto non c'e' pena che ci restituisca la vita o la salute fisica e psichica. Quindi che perlomeno la pena sia certa rapida pesante altrimenti inutile aumentare forze ordine cosi sale solo il debito pubblico.

segnala commento inopportuno

...tranne la considerazione sul numero di forze dell'ordine che secondo Lei non contano.
Se a presidiare un territorio di 100 kmq in provincia di Treviso ci sono 2 carabinieri con una Fiat Punto, mentre a Udine per lo stesso territorio ci sono 4 carabinieri con 2 gazzelle credo che i delinquenti abbiano più possibilità di farla franca in provincia di Treviso.
Non pensa?

segnala commento inopportuno

Ha ragione il Sig. De Nardi ma non solo le scorte andrebbero tagliate; la casta stessa andrebbe abbondantemente tagliata e ne avremmo in abbondanza per aver più sicurezza!
PS: Le auto blu (a quelle non manca mai la benzina), Maserati in primis, potremo trasformarle in supervolanti!

segnala commento inopportuno

Assistiamo purtroppo impotenti ai vari delitti perpetrati ogni giorno e quei pochi che riescono ad avere una paternità il più delle volte non hanno colpevoli in quanto fra le pieghe della legge vi è scappatoia.
Ciò nonostante che venga condannata solamente la minima parte, abbiamo le carceri sovra affollate per cui in questo stato di cose ci vedremmo fra alcuni giorni ancor-più delinquenti per strada.
Mi chiedo se veramente così, con queste soluzioni palliative quanto possiamo ancora tirare avanti.
Spero perlomeno che se devono prendere una simile decisione non lo facciano con chi già stato graziato la volta scorsa e poi ripreso, ma sopratutto che vanga fatto con l'anno nuovo.

segnala commento inopportuno

La fanno franca lo stesso meglio due carabinieri su una panda cosi non gli viene in mente l'inseguimento col rischio di beccarsi una fucilata se va bene perche' se sparano loro per primi allora si che sono dolori e qui mi fermo a chi comanda non piacciono certi discorsi

segnala commento inopportuno

Capisco la paura e la rabbia della Famiglia De Nardi.
A Castelfranco Veneto il 30-Settembre-2009 alla mia famiglia è successa quasi la stessa cosa. Avevo la moglie e 2 figli a casa, hanno portato via oggetti di valore per quasi 70 mila euro senza essere visti.
Ma mi domando, e se per caso fossero stati scoperti in casa cosa sarebbe successo ?
Sig.De Nardi ha ragione!!!

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

I più Letti

del giorno
della settimana
del mese

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Renzi vuole che il Tfr venga messo in busta paga solo a chi lo chiede. In questo caso cosa faresti?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.857

Anno XXXIII n° 20/21 / 30 ottobre 2014

La caduta del Nordest

Bum! Il Nordest cade. Tra capannoni, luci rosse, gioco, adulteri, bulimia, ipocrisia e capannoni che deturpano il paesaggio

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×

Attenzione! è necessario loggarsi al sito per completare la procedura



×